02.07.2023

CONDIVIDI ARTICOLO

Italian Open 2022/23 & Jiu Jitsu Expo Eravamo in 2000 e non lo sapevamo!!

L'evento di Bjj più grande mai registrato, strizza l'occhio all'Europa. Ebbene si questa volta l'UIJJ l'ha combinata grossa. Tre giorni, 2000 iscritti, 20 stand, seminari gratuiti, spettacolo delle finali esclusivo e qualche novità bella grossa...

Avatar
Sberla Marco Mencarelli

il 26/27/28 Maggio lo splendido Mandela Forum apre le porte all’undicesima edizione dell’Italian Open e al secondo Jiu-Jitsu Expo. Il più grande evento di Jiu-Jitsu Italiano ha registrato 2000 concorrenti nel corso dei tre giorni. Tantissimi gli iscritti e tra le cinture nere: Luca Anacoreta, Bernardo Serrini, Ghenadie Popa, Manuel Pilato, Ingrid Pavese, Fabio Pittito, Marco Ascani, Gabriella Ripepi, Francesco Fragalà, Michelle Nicolini, Pedro Dias e molti altri.

L’Unione Italiana Jiu Jitsu sta facendo un ottimo lavoro e i numeri parlano chiaro.  Più di 20 stand presenti al Jiu-Jitsu Expo confermano che il BJJ non è soltanto uno sport. Tatami Fightwear, Kano Kimonos, Zebra Mats, Drangon Claws, BJJ Summerweek, Mastro Ciliegio, Harper Collins con il libro di Rickson Gracie, Strive, BeerJJ, BLOR, Bud Power, Peren Tattoo, Samadhi Yoga Firenze, Top Kimono, Açai e sono solo alcuni degli stand ai quali far visita, non contando quelli dei team agonistici.

Quello che l’ Unione Italiana Jiu Jitsu sta cercando di creare con questo evento è qualcosa di più di una semplice esposizione o di una competizione connessa al Jiu-Jitsu. 

L’intento è quella di far crescere ancora di più la community italiana facendo sapere anche all’Europa, che in Italia esiste un evento di questo livello e che gli standard qualitativi sono altissimi. Un evento non solo per chi gareggia, ma anche per chi è desideroso di imparare. Proprio per questo durante tutti i tre giorni si sono svolti i seminari gratuiti delle cinture nere: Michelle Nicolini,  Fabricio Nascimiento, Manuel Pilato, Jacopo Pasquini, Remo Cassella, Luca Caracciolo, Simone Franceschini, Nicola Castellano, Ghenadie Popa e ciliegia sulla torta il campione di Judo Fabio Basile.

Il Jiu-Jitsu ha dato un chiaro segno di voler crescere e l’Unione Italiana ha fatto capire che può essere il veicolo capace di pilotare questa espansione. Cosa ci aspetta il prossimo anno non possiamo saperlo, ma voci di corridoio ci fanno sapere che è in arrivo qualcosa che si chiama Ocean e niente sarà più come prima.

Noi di Italian Bjj vi terremo aggiornati.


VISUALIZZATO 280

ULTIMI
ARTICOLI

ISCRIVI LA TUA
ACCADEMIA

Stufo di essere invisibile?

Iscrivi la tua accademia nel network italiano più efficace del Jiu Jitsu. Unisciti alla nostra community e fatti notare!