30.05.2024

CONDIVIDI ARTICOLO

Nato Campione il primo vero film che parla di Jiu Jitsu Un Viaggio di Coraggio e Determinazione

Se sei un appassionato di Jiu Jitsu e storie di chi non si arrende, "Nato campione" è un film che non puoi perderti.

Avatar
Spi Alessio Spinsanti

Se sei un appassionato di Jiu Jitsu e storie di chi non si arrende, “Nato campione” è un film che non puoi perderti. Diretto da Alex Ranarivelo, questo film racconta la straordinaria storia di Mickey Kelley, un ex marine degli Stati Uniti che trova una nuova vocazione nel mondo del Jiu Jitsu. L’attore Sean Patrick Flanery interpreta con passione e intensità il ruolo del protagonista, rendendo il personaggio di Kelley ancora più avvincente e credibile.

Un Eroe Contro Ogni Aspettativa

Mickey Kelley è un uomo che si è sempre battuto contro le avversità. Nonostante venga spesso sottovalutato a causa della sua età, Kelley scopre di avere un talento naturale per il Jiu Jitsu stile brasiliano, diventando una delle prime cinture nere americane in questa disciplina. Ma la sua sete di sfida non si ferma qui: decide di mettersi ulteriormente alla prova iscrivendosi a un torneo di MMA non autorizzato.

La Sfida del Torneo

Partecipare a un torneo non regolamentato è una decisione rischiosa. Le regole sono più flessibili, la sicurezza è ridotta e il livello di pericolo è molto più alto rispetto ai tornei ufficiali. Per Kelley, però, questa è l’occasione per dimostrare il suo vero valore, non solo agli altri ma soprattutto a sé stesso.

Conseguenze e Combattimenti

Le scelte di Kelley lo portano ad affrontare conseguenze pesanti. I combattimenti nel torneo sono estenuanti e pericolosi, mettendo alla prova non solo il suo corpo ma anche il suo spirito. Le ferite fisiche sono solo una parte della storia; le vere cicatrici sono quelle emotive e psicologiche causate dalle gravi sconfitte e dalle sfide estreme.

Una Storia di Resilienza

“Nato campione” non è solo un film sulle arti marziali, è una storia di resilienza e determinazione. Kelley ci mostra che il vero campione non è chi non cade mai, ma chi trova sempre la forza di rialzarsi. È un messaggio potente e ispiratore, soprattutto per chiunque stia affrontando le proprie battaglie personali.

Il Cuore del Film

Il cuore di “Nato campione” è la riflessione su cosa significhi davvero essere un campione. Non si tratta solo di medaglie o trofei, ma di carattere, forza interiore e spirito indomabile. Mickey Kelley incarna questi valori, diventando un faro di speranza e ispirazione per tutti noi.

Produttori Dietro le Quinte

Un film di tale impatto non sarebbe stato possibile senza una squadra di produttori di talento: Ali Afshar, Paul J. Alessi, Kevin Asbell, Daniel Aspromonte, Sean Patrick Flanery, George Kosturos, Forrest Lucas, Ava Rettke e John Schouweiler. Grazie alla loro dedizione e visione, “Nato campione” è diventato un racconto avvincente e toccante che celebra la forza dell’animo umano.

Chiudiamo con il dialogo, tratto dal film, che più rappresenta la visione di un lottatore:

“Vede spesso nella vita ci troviamo costretti a combattere e io cerco solo di non aumentare il carico di problemi”

“E allora perché lo pratica?”

“Mi ha aiutato e anche cambiato, è stata come una medicina per me in diversi modi”

“Capisco”

“E inoltre penso che a tutti serva un po’ di meritocrazia nella vita…e il tappeto del Jiu Jitsu è questo, sa quando si batte la mano non ci si può nascondere, quel tappeto smaschererà ogni bugia e confermerà ogni verità ogni volta…è come vedersi nello specchio ogni singolo giorno ed è questo che mi piace”


VISUALIZZATO 65

ULTIMI
ARTICOLI

ISCRIVI LA TUA
ACCADEMIA

Stufo di essere invisibile?

Iscrivi la tua accademia nel network italiano più efficace del Jiu Jitsu. Unisciti alla nostra community e fatti notare!